Non sempre a Bosa si fa… come fanno a Bosa!

Stiamo assistendo nelle ultime settimane ad una involuzione del clima politico della nostra città. Come Partito dei Sardi viviamo quanto sta accadendo con preoccupazione: ci sembra infatti davvero poco dignitoso che la politica cittadina si riduca a prese di posizione, in attacco e in difesa, basate su dichiarazioni anonime da social network e da discussioni da bar.
Il Partito dei Sardi non intende commentare le dichiarazioni anonime apparse su facebook, cosi come non ritiene degno esprimere giudizi politici basati sull’impeto di comunicati fatti sui social network.
Ciò che è di competenza giudiziaria resta alla giustizia. Ciò che riguarda i giudizi politici e la fiducia sull’azione amministrativa va invece discussa, coinvolgendo tutta la cittadinanza, nelle sedi istituzionali deputate a farlo.
Non vi è dubbio che l’esecutivo comunale si è trovato ad affrontare una situazione difficile, situazione aggravata dalle difficoltà economiche congiunturali, dalle problematiche infrastrutturali e imprenditoriali irrisolte della nostra città, dalle annose tematiche della continuità territoriale e della grave crisi dovuta ai problemi dello scalo aereo di Alghero.
Si intravedono però timidi segnali di ripresa che devono essere rafforzati con un’azione politica decisa, un’azione che coinvolga tutta la cittadinanza, che faccia leva sul coinvolgimento democratico diffuso, che riconosca e favorisca le istanze positive che emergono dalla nostra gente: per questo bisogna riconoscere ai cittadini e a tutto il tessuto economico della città la capacità propulsiva di promozione di politiche attive per lo sviluppo di Bosa.
Per farlo il punto di partenza non può che essere quello della trasparenza: vale a dire l’accesso pubblico alle informazioni riguardanti l’azione amministrativa, l’utilizzo di procedure che evitino qualunque particolarismo o che possano creare anche la sola ipotesi di zone d’ombra; un’azione partecipata, limpida e forte nel coinvolgimento cittadino alla politica e al perseguimento del bene comune, ed evitando procedimenti leciti ma che per opportunità politica non sono raccomandabili.
Solo così si fa il bene di Bosa e della sua gente, solo così si può andar oltre le polemiche e produrre un’azione amministrativa forte e coraggiosa, di cui la nostra comunità ha bisogno e di cui sente l’esigenza.

Be the first to comment on "Non sempre a Bosa si fa… come fanno a Bosa!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*