Adesso pretendiamo risposte!

Oggi abbiamo chiesto ed ottenuto la sospensione dei lavori della Commissione Sanità e il conseguente confronto immediato non solo con l’Assessore, ma soprattutto con il Direttore generale della Sanità.

Vogliamo capire le ragioni della mancata approvazione del Programma Sanitario Triennale 2018/2020 senza il quale gli atti attuativi non possono essere giudicati coerenti.

Da mesi notiamo una produzione di provvedimenti sia da parte della giunta che delle direzioni generali, slegati da qualsiasi atto di programmazione.

Tutto questo sta generando una generale esautorazione delle competenze e prerogative del consiglio regionale che di fatto consegna ai direttori generali delle Aziende Sanitarie un potere che non gli compete: quello di sostituirsi all’organo legislativo.

Assistere alla proliferazione di deliberazioni e di determinazioni non solo in assenza dell’atto programmatorio più importante, ma addirittura in contrasto, ad esempio con la rete ospedaliera votata dal consiglio, ci fa sorgere più di un dubbio sulla reale volontà di dare attuazione a ciò che questo Consiglio Regionale ha votato e deliberato.

Adesso pretendiamo risposte!

Be the first to comment on "Adesso pretendiamo risposte!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*