Nuova campagna acquisti pre-elettorali?

COMUNICATO STAMPA del 20 febbraio 2019

 Nuova campagna acquisti pre-elettorali?

come noto, la Giunta regionale ha recentemente deciso di affidare la gestione dei servizi di assistenza sanitaria e socio-sanitaria nel settore della cura e della riabilitazione, della riabilitazione psichiatrica e della neuropsichiatria infantile, precedentemente svolti dall’AIAS, a una società in house, la “SAS DOMOS s.c.r.l.”, in una prima fase interamente partecipata dall’ATS, ma aperta al successivo ingresso di soci privati fino al complessivo 40% del capitale.

Lo Statuto della Società, costituita lo scorso 5 dicembre, prevede che nella seconda fase la stessa possa esercitare anche“attività a supporto di attività assistenziali” e “attività di gestione operativa in ambito assistenziale”; in particolare la Giunta regionale ha posto in capo alla Società la gestione delle seguenti linee di attività:

  • CUP/ticket;
  • servizi di archivistica di deposito;
  • attività di radiodiagnostica, con particolare riferimento alle attività di screening del carcinoma della mammella.

Lo Statuto non contiene alcuna clausola sui criteri e le modalità di assunzione del personale della Società. Parrebbe che si vada diffondendo il falso convincimento – evidentemente alimentato da dicerie tipiche di una campagna elettorale in cui si cannibalizzano nobili argomenti al fine di procacciare facili consensi – circa la possibilità di essere assunti direttamente dalla società in questione senza necessità di affrontare una procedura concorsuale pubblica.

Trattandosi di società a controllo pubblico, il reclutamento del personale non può che avvenire tramite procedure concorsuali pubbliche, come del resto previsto dal Testo Unico del 2016 in materia di società a partecipazione pubblica, a pena di nullità del contratto di lavoro, in applicazione del principio costituzionale dell’accesso al lavoro pubblico mediante concorso pubblico. Come chiarito dalla Corte costituzionale, eventuali procedure selettive riservate che escludano o riducano irragionevolmente la possibilità di accesso alla selezione dall’esterno violano il carattere pubblico del concorso, che richiede inderogabilmente la natura comparativa e aperta della procedura.

A presidio del diritto di tutti i cittadini di accedere agli uffici pubblici in condizioni di eguaglianza, Gianfranco Congiu e Augusto Cherchi, Consiglieri del Gruppo Partito dei Sardi, hanno presentato, in data odierna, un’Interrogazione con la quale chiedono alla Giunta regionale, e in particolare all’Assessore Regionale alla Sanità, di riferire circa le modalità e i criteri con i quali verrà reclutato il personale della Sas Domos s.c.a.r.l. destinato allo svolgimento delle attività.

Gianfranco Congiu e Augusto Cherchi

 

Be the first to comment on "Nuova campagna acquisti pre-elettorali?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*